Oggi
Sardegna Teatro al TEN propone modi inediti di vivere la teatralità con lo spettacolo "anonimasequestri" di Leonardo Tomasi.
29feb
Teatro Bocheteatro Prosa & Danza 2023-2024 // Family
Bocheteatro - Via Trieste, 48
Dalle 20:30 alle 22:00
Tra parole e note per un affresco della società – giovedì 29 febbraio alle 20.30 – con “Family / A Modern Musical Comedy” scritta e diretta da Gipo Gurrado, che firma testi e musiche di quest'opera originale ispirata alla complessità (e ambiguità) dei legami di sangue e d'affetto, tra persone che non si sono scelte e spesso non si somigliano, o si somigliano troppo – produzione Elsinor / Centro di Produzione Teatrale, con il contributo di NEXT-Laboratorio delle Idee. Una raffinata commedia musicale per raccontare, con ironia e leggerezza, l'evolversi dei rapporti umani durante una convivenza o frequentazione obbligata, con canzoni originali e monologhi in musica in cui i vari personaggi si mettono a nudo e espongono le proprie ragioni. Dopo “Supermarket”, un bestiario contemporaneo in musica, Gipo Gurrado ora descrive una famiglia, anzi una “family”, come tante altre, attingendo alla tradizione cantautorale italiana, da Giorgio Gaber a Enzo Jannacci e Lucio Dalla…
15mar
Teatro Bocheteatro Prosa & Danza 2023-2024 // Storia di un corpo
Bocheteatro - Via Trieste, 48
Dalle 20:30 alle 22:00
Diario di un'esistenza – venerdì 15 marzo alle 20.30 – con “Storia di un corpo” di Daniel Pennac con Giuseppe Cederna nel ruolo del protagonista e con adattamento e regia di Giorgio Gallione, scene di Marcello Chiarenza, disegno luci di Andrea Violato, elaborazioni musicali di Paolo Silvestri e progetto fonico di Luca Nasciuti, abito di scena di Dresscode di Fabio Porta – produzione Produzioni Fuorivia e Agidi (residenza artistica con il sostegno di Passo Nord). Viaggio tra pensieri, ricordi, emozioni e sensazioni, “Storia di un corpo” rappresenta il dono di un padre alla figlia adorata, un'intima confessione con le puntuali annotazioni dall'adolescenza fino alla fine. Un uomo (si) racconta, in chiave quasi proustiana: riaffiorano «la voce anaffettiva della madre, gli abbracci silenziosi del padre, l’odore accogliente dell’amata tata, il dolore bruciante di una ferita, il sapore dei baci della donna amata». Una vicenda unica ed insieme universale – come si legge…