Cordedda


Budella (intestini) di agnellino o capretto in tegame con aglio, olio e lardo, eventuali varianti con piselli o arrosto allo spiedo. Le primissime testimonienze risalgono al 1832, scritte da Vincenzo Porru nel Nou Dizionariu.