Una giornata a Nùoro tra mostre e musei


8

PERCORSO TEMATICO // Nùoro tra mostre e musei

Nùoro 01 Novembre - 14 Novembre

In ottemperanza al DPCM del 3 novembre 2020, l'apertura dei Musei e Mostre è sospesa fino al 3 dicembre 2020


Con questo percorso, ti guideremo tra i musei e le mostre di maggiore interesse, attualmente presenti in città. Potrai tranquillamente percorrere l'intero percorso o solo parzialmente, personalizzando l'ordine delle tappe, a piedi o se preferisci in bicicletta.  Ti consigliamo inoltre di dare uno sguardo agli altri Eventi in corso a Nùoro, e i Monumenti lungo il percorso, potrai in questo modo rendere più interessante e gradevole la tua permanenza in città. Ti suggeriamo inoltre dove poter mangiare, i bar dove poter fare una piccola pausa, le pasticcerie, le attività enogastronomiche e i laboratori artigianali dove poter assaggiare e acquistare i migliori prodotti tipici del nostro territorio. 

Lungo il percorso potrai >> 



TAPPA N.1 - (tempo stimato visita 1.00h)
Museo Etnografico Sardo
Orari: 10:00 - 13:00 / 15:00 - 19:00
Lunedì: chiuso

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine
 

Come prima tappa si parte col Museo Etnografico Sardo per visitare l'esposizione permanente.  Il Museo etnografico sardo è il maggiore museo etnografico della Sardegna nonché l'unico istituto museale di diretta emanazione della Regione Sarda e rivolge la propria attività di documentazione e ricerca non solo alla città di Nuoro ma a tutta la Sardegna.

Il Museo come luogo di rappresentazione generale della vita tradizionale dell'isola che rimanda a una rete di musei locali quali strutture specializzate per tematica o per territorio. L' attuale percorso si snoda attraverso tre aree: una grande sala che ospita gran parte delle tipologie delle raccolte, divise in sezioni; una saletta dedicata agli strumenti musicali ed una sezione dedicata al carnevale barbaricino, costituita da tre sale.

Le collezioni comprendono circa 8.000 reperti, prevalentemente abiti, gioielli, manufatti tessili e lignei, armi, maschere, pani, strumenti della musica popolare, utensili.

Ottieni Indicazioni



TAPPA N.2 - (tempo stimato visita 1.00h)
SPAZIO ILISSO - Arte Archivi Museo / Mostra "OSSERVA LE DISTANZE ESERCITA IL PENSIERO"
Orari: 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00
Lunedì: chiuso / Martedì: chiuso la mattina

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine

Prenota Visita 

 

Come seconda tappa ti proponiamo il nuovissimo  Spazio Ilisso. A due passi dalla Piazza Sebastiano Satta, nella storica villa Papandrea. Sino al 27 Settembre sarà possibile visitare la mostra di grafica sociale: Osserva le distanze / Esercita il pensiero, una iniziativa nata dalla collaborazione tra ILISSO e l’AIAP, Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva.
Le sale del piano terra di Spazio Ilisso si aprono a una selezione di manifesti, appositamente ideati in occasione della pandemia da Coronavirus, quale riflessione sul ruolo che il design può esercitare in momenti di emergenza. Tratti dagli oltre 250 giunti ad AIAP grazie ad un appello dell’Associazione fatto ai progettisti di tutto il Paese in pieno lockdown, esprimono, nelle personali visioni dei singoli creativi, un comune denominatore che riconduce al concetto di comunità e rispetto dell’altro.
“La call che AIAP ha voluto promuovere – commenta il Presidente Marco Tortoioli Ricci – lanciata proprio nei giorni dell’isolamento, nasce dal voler dare risposta a questa domanda, giusto nel momento in cui le risposte certe sembrano non esserci. Si è richiesto “manifesti” di pensiero, espressione di una posizione da parte di chi si sentiva in animo di volerlo fare. Abbiamo promosso la possibilità di un’operazione nel suo insieme che fosse un atto capace di sollevare interrogativi e far pensare all’opportunità di un gesto militante e auspicabilmente non omologato”. Le infografiche di aggiornamento Covid, che fanno ormai parte del nostro quotidiano, rendono questa iniziativa oltreché attuale anche un modo per aggregare stati d’animo. Per l’occasione è stato edito un catalogo e realizzato un video che
documenta tutti gli elaborati prodotti.

Ottieni Indicazioni



TAPPA N.3 - (tempo stimato visita 1.00h)
SPAZIO ILISSO - Arte Archivi Museo / Mostra Marianne Sin-Pältzer - Paesaggi umani
Orari: 10.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00
Lunedì: chiuso / Martedì: chiuso la mattina

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine

Prenota Visita 

 

Come terza tappa rimaniamo allo  Spazio Ilisso, più precisamente nelle sale del piano superiore,  con la mostra di Marianne Sin-Pältzer "Paesaggi umani", la grande fotografa tedesca che ha vissuto per un decennio nella città di Nùoro.

La Sardegna e i suoi paesaggi, che vengono qui rappresentati da scatti epocali, iconici, di valore assoluto, per Marianne Sin-Pfältzer sono stati un costante riferimento, tale da condurla a scegliere di strascorrere gli ultimi anni di vita a Nuoro. L'Isola è stata capillarmente indagata dalla fotografa, innamorata anche della sua cultura materiale tanto da diventarne promotrice con mostre da lei stessa organizzate, a partire dagli anni Cinquanta.

La mostra fotografica di questa straordinaria e sensibile visionaria, rimodulata in un nuovo allestimento e arricchita da un particolare focus sul fronte della sperimentazione e ricerca grafica da lei svolta con particolare riferimento alle sue esperienze di Fotodesigner/fotobatik restituite in un videoracconto. Tutto il percorso espositivo è accompagnato da supporti e installazioni multimediali.

Ottieni Indicazioni



TAPPA N.4 - (tempo stimato visita 1h)
Casa Natale di Grazia Deledda
Orari: 10:00 - 13:00 / 15:00 - 19:00
Lunedì: chiuso

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine
 

La quarta tappa  nell'antico quartiere dei pastori "Santu Predu" per visitare la Casa Museo del premio Nobel Grazia DeleddaIl museo realizzato secondo lo schema e i canoni proposti dal romanzo autobiografico Cosima. L'edificio oggi non fornisce solo una chiara esposizione di uno spaccato della vita della Deledda ma rende anche l'idea di come dovesse essere la vita in quel periodo, per quanto si tratti di una famiglia benestante. La casa si articola su tre livelli; non è stato possibile a causa della struttura stessa della casa abbattere le barriere architettoniche. Al piano terra troviamo la grande cucina, con la porta che conduce al cortile dal quale nel grande giardino; al secondo piano abbiamo la dispensa che contiene tutte le provviste per la famiglia che vengono cambiate a seconda della stagione. Al terzo livello infine troviamo la camera da letto e lo scrittoio che è stato recentemente arricchito dalle carte originali del Nobel.  

Ottieni Indicazioni



TAPPA N.5 - (tempo stimato visita 1h)
Museo MAN - Mostra "Il regno segreto. Sardegna-Piemonte: una visione postcoloniale, a cura di Luca Scarlini"
Orari: 10.00 - 19.00
Lunedì: chiuso

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine
 

Come quinta tappa una visita al MUSEO MAN.

La mostra Il regno segreto. Sardegna-Piemonte: una visione postcoloniale, a cura di Luca Scarlini, che avrebbe dovuto inaugurare lo scorso 13 marzo, è pronta ad accogliere i visitatori sino a domenica 15 novembre 2020.

Attraverso il lavoro di artisti, musicisti e intellettuali, la rassegna rappresenta un’ampia e articolata indagine storiografica e culturale che rivela la relazione tra Sardegna e Piemonte, dal 1720 agli anni Sessanta del Novecento, raccogliendo una varietà di opere d'arte, documenti, manufatti, testi letterari, illustrazioni, ceramiche, fotografie e spartiti musicali, provenienti da prestigiose istituzioni italiane.
Completa la mostra una sezione dedicata all’animazione curata da Fondazione Sardegna Film Commission che, in collaborazione con il MAN, ha sviluppato quattro format sperimentali di corti d’animazione dedicati agli illustratori sardi attivi in Piemonte nel Novecento.
La mostra svela un volto inedito del Regno di Sardegna, un regno segreto, ricco di storie non ancora esplorate e fatto di prolifici incontri e grande mobilità, narrato per lo più in termini polemici dalla storiografia sarda e con numerosi equivoci da quella piemontese.
La relazione tra le due regioni iniziò infatti nel 1720, quando l’isola divenne sabauda, e da allora gli scambi e le transazioni culturali tra i due territori si intensificarono sempre più, determinando un’epoca di movimenti di persone, oggetti e idee che cambiò profondamente il destino di Sardegna e Piemonte e avrebbe contribuito alla costituzione del Regno d'Italia e allo sviluppo di una cultura nazionale. 

La mostra è corredata da un ampio catalogo monografico edito da Ilisso che raccoglie saggi inediti appositamente commissionati a importanti autori e scrittori sardi e piemontesi quali Marcello Fois, scrittore, commediografo e sceneggiatore, Gianni Farinetti, giallista, sceneggiatore e regista, Maria Paola Dettori, storica dell’arte, Luciano Marrocu, storico e scrittore, e Luigi Fassi, direttore del MAN.

Ottieni Indicazioni



TAPPA N.6- (tempo stimato visita 0.30h)
MANCASPAZIO - Mostra “Trick or Treat" di Alessandro Lobino
Orari: dal martedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine
 

La sesta tappa con inaugurazione domenica 1 Novembre, nello storico quartiere di Santu Predu, al MancaSpazio con la Mostra di Alessandro Lobino "Trick or Treat".

Cibo e arte sono argomenti sondati nei secoli da centinaia di artisti e decine di storici dell’arte. Il legame fra l’arte contemporanea e il cibo contemporaneo diventa nuovo argomento di critica e di mostra (in questo caso) se visto attraverso le opere di Alessandro Lobino. I leccalecca realizzati in resina con colori sgargianti, estremamente invitanti per adulti e bambini, così come i dolcetti che i più piccoli chiedono per Halloween suonando di casa in casa negli ultimi giorni di Ottobre, diventano invece infidi scherzetti dell’artista.
La mostra muove da una critica verso l’accanimento contro i principi su cui si regola l’equilibrio del pianeta, l’inquinamento, lo sfruttamento incontrollato delle risorse, l’utilizzo smodato di conservanti e sostanze chimiche nel cibo che ingeriamo quotidianamente e proprio nel momento di maggior consumo di “schifezze” dell’anno, soprattutto da parte dei bambini, l’artista vuole far riflettere sulla necessità di ritrovare, almeno dove possibile, il legame con le cose “davvero buone” per noi, sotto tutti i punti di vista.

In mostra sarà presente il catalogo con le fotografie di Nelly Dietzel, tradotto da Shahrazad Hassan con progetto grafico di Sara Manca.

Ottieni Indicazioni



TAPPA N.7- (tempo stimato visita 1.00h)
CASA MANCONI - "La Casa Parlante"
Orari: Su Prenotazione almeno 3gg prima -  (min. 4 persone - 10€ a persona)

accessible accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine accessible mascherine

Prenota Visita 

 

Come settima tappa, la suggestiva Casa Manconi. Franco Manconi, un artista, un pittore di grande talento, ha vissuto fra queste mura i suoi ultimi anni in un dialogo continuo con la casa, custodito nei toni di pennello che ancora oggi ne popolano le mura, rivelandone pensieri e spirito. Entrando, un lungo e ampio corridoio conduce a un giardino privato, interno, cinto da alberi da frutto e squarciato da un mandorlo che resiste, sfidando le leggi della natura. 
All’interno, una scala in granito, forte e sicura si erge a custodire il focolare. Quando le notti si fanno più fredde, una bottiglia di vino accanto al fuoco scalda e tiene compagnia agli ospiti della casa.
La scalinata conduce al piano di sopra. Salendo sul granito, gli occhi si fermano impressionati su un mosaico di colori che non si vede spesso nelle case di oggi. La casa si alza forte per più di un secolo, respirando in silenzio, in attesa di collezionare storie da raccontare.

La Casa Parlante
La scoperta di Casa Manconi è un percorso immersivo in cui rivivrete, attraverso suggestioni sonore, i fatti realmente accaduti negli ultimi duecento anni della storica casa nuorese.  
Casa Manconi è una casa parlante, animata dalla voce dell’ attrice Eleonora Giua, che vi condurrà in un viaggio letterario dando vita agli scritti che raccontano di questo luogo ne "Il Giorno del Giudizio". Maura Fancello sarà la vostra guida, ricucirà passato e presente con le memoria storica del quartiere. 
Casa Manconi è uno spazio espositivo permanente, le sue pareti sono popolate dai quadri di Franco Manconi, di cui la casa custodisce opere e ricordo.
La vostra esperienza sarà accompagnata da un bicchiere di vino degustato nella corte storica della casa.

Ottieni Indicazioni