Fotografia // Donatello Tore

Fotografia // Donatello Tore



Professionista dal 1985, inizia la sua attività a Nuoro nei primi anni 80 e successivamente si stabilisce a Milano per apprendere le tecniche di ripresa, soprattutto riferite al grande formato. In questi anni milanesi entra in contatto con il mondo dell'editoria d'arte e di architettura.

Tornato in Sardegna illustra per la nascente casa editrice Ilisso di Nuoro diversi volumi monografici dedicati alla storia dell'arte sarda. Tra questi si citano le monografie dedicate a Antonio Ballero, Carmelo Floris, mauro Manca e Mario Delitala; i cataloghi delle mostre Miti tipi e Archetipi e Una Piazza per un poeta. Successivamente, sempre per la casa editrice Ilisso, cura le campagne fotografiche dei primi cinque volumi della collana Storia dell'Arte in Sardegna, a cura dell'Università di Cagliari e con il patrocinio del Banco di Sardegna.

Per il museo MAN di Nùoro realizza immagini fotografiche destinate ad alcune monografie e al Catalogo Generale.

Particolare importanza riveste la collaborazione con l'Istituto Superiore Regionale Etnografico in occasione della campagna fotografica dedicata al borgo di Lollove, poi sfociata nell'allestimento di una mostra e nella pubblicazione del relativo catalogo.la collaborazione con l'ISRE conosce poi un secondo momento con la realizzazione di un ampia documentazione incentrata sulla presenza di lavoratori stranieri nella realtà agropastorale della Sardegna.

Oltre alle numerose collaborazioni con istituzioni e associazioni culturali, particolare rilievo assumono quelle con il mondo del cinema isolano in qualità di fotografo di scena, tra le tante si citano le esperienze con i registi Salvatore Mereu (Ballo a tre passi, 2003) e Giovanni Columbu (Su Re, 2012).