Torna alla lista

Chiesa della Vergine del Carmelo

Via Massimo d'Azeglio, 78

L’oratorio intitolato alla Vergine del Carmelo, è un edificio ecclesiastico privato sito nel centro storico di Nuoro, in prossimità della via Manzoni.

La chiesa fu edificata nel 1822, per mano di Francesco Serra Sulis, in seguito alla nascita della nipote, Donna Antonia Carmela Gallisay, madre di uno dei maggiori imprenditori nuoresi dell’epoca, Francesco.

La struttura è costituita da un’unica navata con volte a botte, sorretta all’esterno da robusti contrafforti realizzati agli inizi del ‘900 e dotata di un campanile in pietra. Il giardino antistante è cinto da alte mura chiuse da un ampio cancello in ferro battuto.

L'interno della Chiesa è semplice e rigoroso, illuminato, oltre che dalla luce naturale delle quattro finestre, da un antico lampadario in vetro di Murano risalente al '700.

L'altare conserva una tela del 1613, restaurata nel 1859 per ordine del vescovo Angelo Pirella, e alcune tele risalenti agli anni ’20.

Le pareti della navata presentano una Via Crucis lignea, anch’essa del 1920; alcune piccole acquasantiere in pietra.; un dipinto risalente ai primi del '900, infine, sovrasta il portone d’ingresso.

Il simulacro della Vergine del Carmelo, di produzione napoletana, risale al ‘700 e viene condotto nella chiesetta nei mesi di Maggio, Giugno e Luglio; in occasione dei festeggiamenti, il 16 Luglio, durante la novena è arricchito con amichi gioielli. Suggestiva anche la piccola sagrestia che conserva diversi arredi e suppellettili antiche.