CINEMA ALL' APERTO // Rassegna Cinematografica "CINEFUORI 2022" - CINEPRIDE

Villa Melis / Via Attilio Deffenu, 96

Da lunedì 20 giugno 2022 a mercoledì 29 giugno 2022

27  Giugno - NON SO PERCHÉ TI ODIO
Orario Programmazione:  21.30  (Ingresso Gratuito - ACCOGLIENZA 21.00)  

Genere: Documentario
Regia: Filippo Soldi
Cast:  

Trama: Da secoli l'omosessualità è oggetto di riprovazione e di condanna. Talvolta succede di cogliere una venatura di fastidio anche nelle parole di chi, apertamente, nega di nutrire sentimenti negativi verso di essa. Ma perché? Che cosa offende così tanto nel comportamento omosessuale? Queste le domande che si pone il documentario. Ed è proprio di pochi giorni fa la notizia di forti tensioni tra cittadini che sostengono il diritto dei gay a non essere discriminati e le "Sentinelle in piedi", movimento di ultraconservatori che nega le unioni civili e che organizza nelle piazze italiane sit-in con letture pubbliche per protesta. Soldi, nel suo film, ha preso in esame anche le opinioni delle "Sentinelle in piedi". Il regista ha incontrato inoltre un uomo che è stato condannato per l'omicidio di un omosessuale; ha raccolto la storia del giovane che ha sparato al tassista che, secondo lui, gli aveva fatto proposte.
Ma anche il presidente di "Giuristi per la Vita", che ha inviato una lettera aperta ai parlamentari italiani perché non approvassero il disegno di legge che intende punire l'omofobia; il protavoce di "La Manif pour Tous", movimento che ha organizzato manifestazioni e convegni contro l'approvazione della stessa legge; i portavoce di "Forza Nuova". Non mancano, ovviamente, le testimonianze di chi ha subito aggressioni violente, di chi ha vissuto la propria adolescenza fra le prese in giro dei compagni, di chi ha più volte pensato al suicidio per non dover vivere una vita da omosessuale. Di chi ha visto il proprio figlio togliersi la vita.

29  Giugno - I TONI DELL' AMORE - 2015
Orario Programmazione:  21.30  (Ingresso Gratuito - ACCOGLIENZA 21.00)  

Genere: Drammatico
Regia: Ira Sachs
Cast:  John Lithgow, Alfred Molina, Marisa Tomei, Charlie Tahan, Cheyenne Jackson, Manny Perez

Trama:

Ben e George, l'uno settantunenne, l'altro intorno ai sessanta, vivono insieme da 39 anni, e le loro esistenze sono profondamente interconnesse: la prima scena del film li vede dormire insieme, braccia e gambe intrecciate, come è intrecciata la loro quotidianità in un appartamento di Manhattan elegantemente decorato. Ben è un pittore, George insegna pianoforte e dirige il coro dei ragazzi di una scuola cattolica. Tutti sembrano accettare serenamente la loro convivenza: gli amici, i parenti, i genitori degli studenti di George, il preside della scuola cattolica. Ma quando Ben e George decidono di coronare la loro storia d'amore con un matrimonio, l'idillio si spezza. La Chiesa cattolica, che aveva dimostrato tanta privata tolleranza, licenzia George in tronco per aver pubblicamente ufficializzato l'esistente, trattandolo come se "essere se stessi fosse disdicevole", come sintetizza l'insegnante con quieta lucidità. L'ammanco dello stipendio di George crea un'emergenza domestica: i neo coniugi non possono più permettersi la loro bella casa e devono trovare una soluzione più adeguata alla nuova situazione economica. E poiché la loro casa viene subito acquistata mentre quella futura non è così facilmente reperibile, i due sono costretti a dividersi e a farsi ospitare dai membri della loro cerchia: Ben alloggerà presso il nipote Elliott, George presso una coppia di poliziotti. Entrambi scopriranno "come sa di sale... lo scendere e 'l salir per l'altrui scale", sentendosi l'uno invaso dal caos che improvvisamente lo circonda (George), l'altro "di troppo" rispetto al precario equilibrio della famiglia che lo accoglie (Ben).